Associazione per il controllo, la Diagnostica e la Sicurezza delle Strutture Infrastrutture e Beni Culturali

2° congresso nazionale Codis

Firenze, 7-8 Novembre 2019

"Quelli che s'innamoran di pratica senza scienzia, son come i nocchieri ch'entra in navilio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" Leonardo da Vinci

L’Associazione CODIS – Associazione per il controllo, la Diagnostica e la Sicurezza delle Strutture Infrastrutture e Beni Culturali – organizza nella splendida Firenze il 2° Congresso Nazionale.
L’evento si svolgerà, al culmine dell’anno leonardiano, nei giorni 7 ed 8 novembre 2019 e vedrà coinvolti oltre 500 congressisti partecipanti alle due giornate e provenienti da tutta Italia.
All’attività congressuale e formativa, si affiancheranno anche workshop tematici e spazi espositivi in contemporanea nei luoghi in cui si svolgerà il Congresso; saranno previste:
– riunioni e tavole rotonde;
– cena aperta ai partecipanti;
– assemblea nazionale rivolta ai soci.
L’attività congressuale verrà svolta presso la Stazione Leopolda, location prestigiosa ed evocativa, facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione centrale di Santa Maria Novella e servita dai principali mezzi pubblici con collegamenti rapidi verso aeroporto ed autostrada.
Il gioiello del Rinascimento farà da cornice ad un evento unico che vuole, per la prima volta, creare un tavolo di confronto e crescita tra realtà anche diverse in un mondo variegato e multidisciplinare come quello dell’ingegneria e dell’architettura, tra tecnici ed istituzioni, enti e ricerca.
Il 2° Congresso Nazionale dell’Associazione CODIS rappresenterà quindi un’importante vetrina per chi vorrà essere nostro partner nella realizzazione dell’evento che avrà risalto sulla stampa specializzata nazionale.
Per gli eventi verrà richiesto rilascio di crediti formativi da parte del CNI e del CNAPPC; è in corso di richiesta il patrocinio da parte di alcuni enti ed istituzioni locali e nazionali, quali a titolo di esempio: RFI, ANAS, CNI, Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti, Comune di Firenze, Regione Toscana, Università degli Studi di Firenze, ANCI, ANACI.
Il Congresso, nello spirito proprio dell’Associazione CODIS verterà su tematiche riguardanti la diagnostica, il controllo, l’analisi, il restauro dell’esistente e si dipanerà attraverso tre principali filoni: muratura, calcestruzzo, legno; prendendo spunto dall’incessante forza di ricerca e sperimentazione di Leonardo, nella sua Firenze, si avvicenderanno per due giorni relatori ed esperti di riconosciuta fama nazionale del settore; sarà inoltre l’occasione per insignire del titolo di socio onorario personalità di spicco del mondo scientifico, politico e culturale che hanno contribuito fattivamente all’affermazione dei principi statutari dell’Associazione.

Infobuild

DL Sbloccacantieri, accordo raggiunto!

Un commento del Presidente e del Vicepresidente CODIS al Decreto sbloccacantieri

06/06/2019

Il presidente del Codis, (Associazione per il Controllo, la Diagnostica e la Sicurezza delle Strutture, Infrastrutture e Beni Culturali​), l’ing. Eduardo Caliano, si mostra estremamente soddisfatto usando queste parole: “Siamo grati al sen. Coltorti per aver dato corpo alla riforma da noi invocata in questi anni”; e continua dicendo che “Con questo provvedimento il nostro Paese compie un balzo in avanti rispetto agli altri Paesi UE, caratterizzandosi quale primo in Europa per aver individuato soggetti preposti al controllo diagnostico sulle strutture esistenti. In questo modo l’immenso patrimonio sia in ambito di edilizia civile e infrastrutturale che nell’ambito dei beni di  interesse culturale, avrà il giusto personale specializzato nei controlli e quindi, sarà più sicuro”.

“Con i controlli diagnostici sulle strutture – dichiara il vice presidente del Codis, l’ing. Nicola Aretusi – si esce dal campo delle incertezze che da sempre caratterizzano i processi di restauro e risanamento strutturale, per entrare in quello delle certezze”.

DL Sbloccacantieri

DL Sblocca Cantieri: le prove sulle strutture esistenti ai nuovi Laboratori autorizzati

05/06/2019

Addetto Stampa Codis: Ing. Giacomo Mecatti

Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti potrà autorizzare nuove forme di laboratori, oltre a quelli già enunciati dalla legge 1086 del 1971, ai fini di effettuare prove e controlli su materiali su strutture e costruzioni esistenti. Lo prevede l’emendamento al dl Sblocca cantieri approvato quest’oggi in aula al Senato e che aveva già ricevuto l’ok dalle Commissioni Lavoro e Ambiente.

edilportale

Sblocca Cantieri, in Aula confronto su Italia Infrastrutture SpA

30/05/2019

La nuova società pubblica eviterà il blocco delle opere. Proposta anche l’esclusione dalle gare per irregolarità fiscali non accertate, ma solo se gravi.

Riparte oggi in Senato l’esame del ddl “Sblocca Cantieri”. Tra le maggiori novità, presenti negli emendamenti all’esame dell’Aula, Italia Infrastrutture SpA, l’esclusione delle imprese per irregolarità fiscali gravi, anche se non definitivamente accertate, e l’alleggerimento dei controlli sui partecipanti alle gare.

Lavori Pubblici

Diagnostica e controlli sulle opere esistenti ai sensi delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC)

29/04/2019

Ad un anno dall’entrata in vigore delle NTC2018 abbiamo intervistato l’ing. Eduardo Caliano Presidente della CODIS, associazione che per prima aveva sollevato le criticità ed incongruenze presenti nella norma. Inizialmente nata come comitato, l’Associazione per il Controllo la Diagnostica e la Sicurezza delle Strutture Infrastrutture e Beni Culturali (CODIS) ha svolto e sta svolgendo un ruolo importante nel raccogliere da un lato le segnalazioni delle difficoltà operative degli esperti operanti nel settore, dall’altro propositivo verso il Ministero delle Infrastrutture Trasporti e Lavori pubblici per giungere ad un migliore o addirittura nuovo inquadramento dell’intero settore della diagnostica e controlli sulle opere esistenti.

Presidente, come è nata l’associazione CODIS, cosa vi ha portato ad unire tanti soggetti diversi e diffusi sul territorio nazionale?

BibLus-net

Messa in sicurezza edifici scolastici: in arrivo i finanziamenti del MIUR

14/03/2019

Il Ministero dell’Istruzione ha costituito un fondo di 50 milioni di euro per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Le domande entro il 19 aprile

Pubblicato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) un avviso pubblico per la messa in sicurezza degli edifici scolastici che istituisce un fondo di 50 milioni di euro.

In questo modo viene data attuazione a quanto previsto dall’art. 42 del dl n. 109/2018, convertito con modificazioni dalla legge n. 130/2018, che prevedeva il finanziamento della progettazione di interventi di messa in sicurezza da parte degli enti locali competenti degli edifici scolastici.

La scadenza del bando è il 18 aprile 2019 e il portale per l’inserimento dei dati sarà accessibile dal giorno 25 marzo 2019 fino alle ore 15:00 dello stesso giorno.

Close Menu