Associazione per il controllo, la Diagnostica e la Sicurezza delle Strutture Infrastrutture e Beni Culturali

Lavori Pubblici

Prove e controlli su strutture e costruzioni esistenti: si completa il quadro post Sblocca Cantieri

04/12/2019

Oltre un anno fa il quadro di normativo che si presentava con l’entrata in vigore del p.to 8.5.3 delle NTC2018 aveva generato non poca confusione ed incertezza nei vari tecnici operanti sulle strutture esistenti.

2° congresso nazionale Codis

Firenze, 7-8 Novembre 2019

"Quelli che s'innamoran di pratica senza scienzia, son come i nocchieri ch'entra in navilio senza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" Leonardo da Vinci

GE FLORENCE LEARNING CENTER 

Via de Perfetti Ricasoli, 78 – Firenze

Crediti formativi al congesso Codis: ingegneri (9), geologi (12) e geometri (5)!

Agenda Tecnica

Informazione tecnico-scientifica

Secondo congresso nazionale Codis 7/8 novembre

Le Strutture esistenti e i nuovi soggetti operanti a seguito del DL SbloccaCantieri II Congresso Nazionale CODIS

21/10/2019

CODIS – Associazione per il Controllo, la Diagnostica e la Sicurezza di Strutture, Infrastrutture e Beni Culturali, organizza il II Congresso nazionale.
L’evento sarà ospitato a Firenze, il 7 e 8 novembre 2019, presso il Florence Learning Center.
In linea con gli scopi e le attività dell’Associazione, il Congresso focalizzerà sulle recenti novità introdotte dal DL Sblocca Cantieri. In particolare l’art.59 del D.P.R.380/01 con l’istituzione dei nuovi “Laboratori prove in situ”.
Oggetto di discussione anche la nuova PdR/UNI 56/2019 e le qualifiche professionali nel settore PND in ambito civile:
– lo schema di certificazione CertIng
– personale addetto ai controlli CND
– il Project manager nel campo dei controlli strutturali.

Il Congresso è diviso in 4 sessioni, articolato in tavole rotonde e seminari formativi.

– Beni culturali
– Edilizia
– Infrastrutture (I e II parte)
– Innovazione

Infobuild

DL Sbloccacantieri, accordo raggiunto!

Un commento del Presidente e del Vicepresidente CODIS al Decreto sbloccacantieri

06/06/2019

Il presidente del Codis, (Associazione per il Controllo, la Diagnostica e la Sicurezza delle Strutture, Infrastrutture e Beni Culturali​), l’ing. Eduardo Caliano, si mostra estremamente soddisfatto usando queste parole: “Siamo grati al sen. Coltorti per aver dato corpo alla riforma da noi invocata in questi anni”; e continua dicendo che “Con questo provvedimento il nostro Paese compie un balzo in avanti rispetto agli altri Paesi UE, caratterizzandosi quale primo in Europa per aver individuato soggetti preposti al controllo diagnostico sulle strutture esistenti. In questo modo l’immenso patrimonio sia in ambito di edilizia civile e infrastrutturale che nell’ambito dei beni di  interesse culturale, avrà il giusto personale specializzato nei controlli e quindi, sarà più sicuro”.

“Con i controlli diagnostici sulle strutture – dichiara il vice presidente del Codis, l’ing. Nicola Aretusi – si esce dal campo delle incertezze che da sempre caratterizzano i processi di restauro e risanamento strutturale, per entrare in quello delle certezze”.

DL Sbloccacantieri

DL Sblocca Cantieri: le prove sulle strutture esistenti ai nuovi Laboratori autorizzati

05/06/2019

Addetto Stampa Codis: Ing. Giacomo Mecatti

Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti potrà autorizzare nuove forme di laboratori, oltre a quelli già enunciati dalla legge 1086 del 1971, ai fini di effettuare prove e controlli su materiali su strutture e costruzioni esistenti. Lo prevede l’emendamento al dl Sblocca cantieri approvato quest’oggi in aula al Senato e che aveva già ricevuto l’ok dalle Commissioni Lavoro e Ambiente.

edilportale

Sblocca Cantieri, in Aula confronto su Italia Infrastrutture SpA

30/05/2019

La nuova società pubblica eviterà il blocco delle opere. Proposta anche l’esclusione dalle gare per irregolarità fiscali non accertate, ma solo se gravi.

Riparte oggi in Senato l’esame del ddl “Sblocca Cantieri”. Tra le maggiori novità, presenti negli emendamenti all’esame dell’Aula, Italia Infrastrutture SpA, l’esclusione delle imprese per irregolarità fiscali gravi, anche se non definitivamente accertate, e l’alleggerimento dei controlli sui partecipanti alle gare.

Close Menu